Gentile Avvocata, 

sono una mamma di una ragazza disabile e abitiamo  a Bresso, alle porte di Milano.

Purtroppo viviamo tra mille difficoltà sia economiche che pratiche, ci sentiamo abbandonati e spesso le istituzioni ci sembrano davvero lontane.

La mia è una denuncia del problema, ma mi piacerebbe conoscere anche la sua opinione e se pensa che l’amministrazione comunale possa fare qualcosa per venire incontro a casi come il mio.

La ringrazio  per l’attenzione.

 

R.R. – Bresso

 

 Gentile Signora,

grazie per aver sollevato una problematica che riguarda molti nostri concittadini milanesi.

Oltre ad esprimerLe personale vicinanza e condivisione del problema, credo che sia davvero importante fornire a Lei ed ai nostri Lettori qualche dato positivo.

Il Comune di Milano, pur con i risicati margini di bilancio e la complessità della situazione sociale cittadina, mette in atto delle forme di aiuto concreto nei confronti dei disabili, con interventi ad hoc.

Sono notizie che, forse, nei mille problemi quotidiani, a volte sfuggono e credo che sia importante ricordarle dalle pagine di questa Rubrica.

Invito  tutti coloro che ne fossero interessati ad assumere le informazioni precise nel sito  HYPERLINK “http://www.comune.milano.it/” \t “_blank” www.comune.milano.it  – contributi per persone con disabilità.

Destinatari degli interventi sono i cittadini disabili milanesi in possesso del verbale di invalidità civile con la percentuale superiore al 45% certificato dalle ASL, i quali si trovino in condizioni di difficoltà economiche o che vanno supportati nella realizzazione di progetti assistenziali e/o educativi  mirati.

Gli interventi, tutti di natura temporanea, possono essere erogati in attesa della pensione di invalidità, in attesa ricollocazione lavorativa, per il mantenimento al domicilio, ad integrazione delle rette di strutture residenziali e per spese urgenti e primarie

La richiesta viene valutata da una commissione appositamente istituita e l’entità del contributo viene definita in base alla situazione economica personale, sociale e familiare del richiedente. Il sostegno economico è rapportato al reddito del nucleo familiare.

Indico sinteticamente tre tipologie di contribuzioni comunali che ritengo davvero importante che siano a conoscenza di tutti.

Contributo per spese di trasporto individuale

Si tratta di una integrazione alle spese di trasporto, sostenute da cittadini con problemi motori, finalizzate al  raggiungimento del luogo di lavoro, della sede scolastica,  del servizio diurno della struttura ospedaliera e/o riabilitativa.

L’intervento è rivolto ai cittadini disabili, in possesso di verbale di invalidità civile o che debbano sottoporsi a particolari trattamenti terapeutici (es: chemioterapia, radioterapia), che siano impossibilitati a fruire dei mezzi pubblici e che utilizzino, in alternativa, mezzi propri o taxi.

Contributo per abbattimento barriere architettoniche

Tale contributo è previsto a favore dei portatori di handicap per la realizzazione di interventi  volti al superamento delle barriere architettoniche che si trovano in edifici privati, costruiti prima dell’entrata in vigore della legge medesima.

Il Comune si accerta dell’effettiva realizzazione dell’opera e della conformità rispetto alle indicazioni contenute nella domanda e provvede all’erogazione del contributo direttamente al richiedente. L’erogazione del contributo avviene al momento del ricevimento degli importi dalla Regione, che effettua una ripartizione del Fondo Nazionale fra i Comuni interessati.

Contributi per soggiorni estivi per persone con disabilità

Per le  persone con disabilità di età compresa tra i 18 e i 60 anni, che siano già in carico ad un servizio comunale e con invalidità certificata del 100%, è erogato un contributo differenziato in base alle fasce di reddito previste da apposita deliberazione di Giunta Comunale.

Il contributo in misura fissa di € 400,00 è erogato a cittadini residenti nel Comune di Milano dai 18 ai 60 anni, che effettueranno un soggiorno estivo tramite organizzazioni specializzate nell’assistenza alle persone con disabilità.

Insomma, nel marasma quotidiano che devono affrontare le persone con disabilità ed i loro parenti, ricordiamoci anche dei loro diritti e, quando possiamo,aiutiamoli a farli valere!

A disposizione per qualsiasi informazione in merito, un saluto cordiale. 

 

Ilaria Li Vigni

 

26 ottobre 2012

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Tag: ,

Nessun commento

Invia una risposta